Dominio, naming, e-mail aziendale: perché sono importanti e come sceglierli.

La settimana scorsa mi sono imbattuta in una richiesta quantomeno singolare, considerata la spinta verso l’evoluzione digitale che tutti, dal fruttivendolo all’impiegato delle poste stiamo vivendo. No, il cliente in questione non ha 80 anni e no, non ha vissuto gli ultimi 10 nella foresta amazzonica. Semplicemente il suo lavoro gli consente di stare ben lontano da computer e siti web e lui ne è ben contento.

Veniamo alla richiesta, l’ultima di un grosso progetto di revisione dell’immagine aziendale: era necessario modificare gli indirizzi e-mail sui biglietti da visita. Da Nome.Cognome@NomeAzienda a:

  • La segreteria: info@NomeAzienda
  • Il direttore: nome@ProviderGratuito
  • La sua assistente: nome.cognome@AltroProviderGratuito

Ora mi rivolgo a voi, piccole aziende non digitali: il punto è che basta poco per apparire più strutturate, coese, professionali e moderne. Basta un po’ di buona comunicazione e un’architettura digitale chiara. E no, le email dei provider gratuiti non raggiungono lo scopo.

Ma andiamo con ordine.

I domini web e i loro 3 livelli

Un dominio è l’indirizzo che permette di trovare un sito all’interno della rete internet (include le e-mail e altri eventuali servizi fruibili sul web).

Facciamo un esempio: www.momit.eu è il nostro indirizzo, che permette a tutti voi di saperne di più su Momit.

Ciascun dominio è suddiviso in 3 livelli:  

  • .eu è il dominio di primo livello o top level domain. Spesso definisce l’origine geografica, ma è possibile scegliere anche il più commerciale .com, l’istituzionale .org o tantissimi altri (se volete sbizzarrirvi li trovate qui!)
  • .momit è il dominio di secondo livello e solitamente corrisponde con il nome dell’azienda o del prodotto.
  • Poi ci sono i domini di terzo livello, o sottodomini, che aiutano a distinguere le sezioni di un sito web. Ad esempio: wiki.momit.it (la sezione dedicata ai nostri clienti con tutte le informazioni riguardanti i servizi), webmail.momit.it o mailpro.momit.it (i servizi e-mail online).
    Giusto per curiosità: anche www è un dominio di terzo livello e indica il world wide web.

Una curiosità: che differenza c’è tra dominio e indirizzo IP?

Il dominio altro non è che la traduzione in lettere del corrispondente indirizzo IP. La destinazione è la stessa, il modo di scriverla diverso: più semplice da memorizzare se corrisponde ad una parola.

Perché è importante il nome (in questo caso anche dominio di secondo livello)

La scelta del nome giusto è fondamentale perché sarà sulla bocca di tutti i vostri clienti.

Se proprio volete fare il naming in casa, iniziate facendovi queste domande:

  • Il nome descrive l’azienda e i suoi prodotti?
  • Vi rappresenta nei valori?
  • È facile da memorizzare?
  • E da scrivere?
  • Ci sono concorrenti che hanno nomi simili?
  • E poi, davvero fondamentale: il dominio è libero e acquistabile? (Questo potete verificarlo qui!).
    Mi raccomando, non innamoratevi MAI di un nome che non può essere registrato, a meno che il vostro brand non abbia una potenza di fuoco (ad esempio goo.gl o DHL, che ha creato il suo dominio di primo livello: .dhl).
  • Infine, se pensate possano essere utili per il vostro business, fate un controllo anche sui social: quel nome è libero o ce ne sono di simili?

(Le risposte giuste sono: sì, sì, sì, sì, no, sì, sì).

Dal dominio alle e-mail: perché sono importanti

L’e-mail è uno strumento di lavoro fondamentale poiché rappresenta il luogo di scambio di informazioni importanti. Non dimentichiamo che le e-mail hanno anche valore legale!

Avere un indirizzo e-mail aziendale, rispetto ad uno registrato con un provider gratuito, alimenta la percezione di serietà e dimostra un investimento sull’azienda, per piccola che sia. Le persone là fuori avranno l’impressione di avere a che fare con una realtà concreta. Al contrario, sarete “solo” Mario Rossi, Nome Cognome: voi in prima persona.

Se per convincervi avete bisogno di qualche argomento più tecnico rispetto ai voli pindarici della comunicazione, eccovi i principali vantaggi di avere un dominio e un’e-mail aziendale registrati con un provider privato:

  • I contenuti sono al sicuro, protetti da backup frequenti.
  • I server mail sono affidabili, sempre aggiornati e questo riduce il rischio di finire in spam.
  • Con Momit è possibile attivare svariati indirizzi e-mail professionali e scegliere il numero in base a ciò che serve all’azienda.
  • Infine, in base al piano che scegliete, avete anche un servizio di assistenza a disposizione.

Non male, eppure, per i curiosi: no, non sono riuscita a far cambiare idea al cliente, che ha deciso di tenersi quella sconclusionata struttura di e-mail perché, pur non avendo vissuto in Amazzonia, pare abbia studiato il manuale di sopravvivenza digitale delle giovani marmotte! 😉

© 2015 - 2021 MOMIT
All Rights Reserved
Viale Enrico Forlanini, 23 20134 Milano
P.IVA / C.F IT07634600964
Tel. +39 02 87187306
Email: info@momit.it


Partner with Idoma